Chi siamo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 13 Ottobre 2008 17:34

CHI SIAMO

L’Associazione Terra e Libertà nasce nel 2007, nel più classico dei modi: la volontà di condividere interessi comuni. Siamo un gruppo di amici, veniamo da esperienze diverse e ad un certo punto, dopo alcuni mesi in cui abbiamo condiviso la nostra passione per il vino e la nostra convinzione della necessità che si instauri tra produttore e consumatore una relazione che vada oltre la sola compra – vendita, abbiamo deciso di fare un piccolo passo e di provare a diventare strumentali alla nascita di queste relazioni.

È così che abbiamo iniziato a ragionare sulla possibilità di organizzare una prima, piccola, edizione di quello che abbiamo chiamato Lario Critical Wine. Un evento che è parte integrante di un percorso che vuole seguire le orme di Luigi Veronelli e che vuole intrecciarsi con quel progetto nato anni fa proprio su spinta di Veronelli e di molte altre persone che con lui hanno condiviso idee e scelte: il t/Terra e Libertà / Critical Wine.

Abbiamo, allora, cercato di conoscere i produttori, le cooperative e le aziende agricole. Il territorio in cui viviamo, quello comasco, da un paio di secoli non produce più vino, a parte qualche piccola eccezione. Ci siamo quindi rivolti ad altre zone, cercando di costruire relazioni dirette. Un’azione, questa, che è ancora in atto.Lo stesso stiamo cercando di fare con le istituzioni.

Uno stretto rapporto, invece, esiste con l’Associazione L’isola che c’è e con l’Arci. La prima, in particolare, da alcuni anni lavora assiduamente e con risultati visibili, sui temi della filiera corta e della costruzione di relazioni tra produttori locali e consumatori. La seconda è invece impegnata, da molto tempo, nella lotta alle mafie e nel riutilizzo a scopi sociali dei beni immobili sequestrati alle mafie. La Lombardia è tra le prime regioni in Italia per numero di terreni sequestrati, terreni che possono essere coltivati da cooperative sociali e agricole.

Quello che noi vorremmo fare, nello specifico, è iniziare a parlare, anche nel nostro territorio, di Denominazione Comunale (De.Co), prezzo sorgente e promuovere quella cultura che vede come naturale la conoscenza del produttore e del suo prodotto e che la predilige alla Grande Distribuzione Organizzata.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Ottobre 2008 05:53